Scuola libera G. K. Chesterton | La camera oscura
È una scuola libera, ossia né statale né paritaria. In quanto scuola paterna o parentale, la Scuola “G.K. Chesterton” è legittimata, a livello legislativo
scuola parentale, scuola, gilbert keith chesterton, educazione
67677
post-template-default,single,single-post,postid-67677,single-format-standard,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-11.1,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive

La camera oscura

In questo periodo, in terza media, stiamo effettuando un percorso di scienze sulla luce e l’ottica. Ogni alunno affronta un argomento cercando di fornire in classe anche un esperimento che evidenzi il principio enunciato.

Ecco l’esperimento della camera oscura presentato dall’alunno Diego Spinozzi.

“Oggi, 27 Ottobre, durante l’ ora di scienze, insieme alla prof. Gabriella Pellei, abbiamo visto come funziona il nostro occhio attraverso l’ esperimento della CAMERA OSCURA.

Questo esperimento consiste nel mettere una fonte luminosa davanti a un tubo di cartone, coperto alle due facce con della carta lucida, il risultato è che la fonte luminosa sarebbe apparsa capovolta nella faccia opposta.

L’ esperimento all’ inizio sembrava non venire, ma con l’ aiuto della professoressa è riuscito alla grande! Alla classe credo proprio che sia piaciuto, perché, durante il lavoro, sembravano tutti molto sorpresi da questo strano effetto.

Sono stato contento che un lavoro, che ha richiesto molto tempo, alla fine abbia dato frutto ad una nuova bellissima esperienza insieme a tutti miei amici!!”

 

Diego Spinozzi (III media)