Scuola libera G. K. Chesterton | Sulle orme di Forasteria
È una scuola libera, ossia né statale né paritaria. In quanto scuola paterna o parentale, la Scuola “G.K. Chesterton” è legittimata, a livello legislativo
scuola parentale, scuola, gilbert keith chesterton, educazione
67954
post-template-default,single,single-post,postid-67954,single-format-standard,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-11.1,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive

Sulle orme di Forasteria

Dopo aver letto durante l’estate il libro di narrativa “Forasteria”, i ragazzi della classe terza, accompagnati dalle prof di italiano e storia, si sono recati in Acquaviva per conoscere i luoghi che furono teatro della vicenda stessa.

Ad attenderli Giulia Ciriaci, autrice del libro e Nello Gaetani, acquavivano doc nonché artefice delle rievocazione storica “Sponsalia” che celebra appunto il matrimonio di Forasteria degli Acquaviva con Rinaldo di Brunforte.

Prima tappa è stata proprio la sala dei costumi: un vero tuffo nel medio evo: abiti, copricapi, cappe, calzature, tutte rigorosamente in fibre naturali, riprodotti con fedeltà secondo i piu celebri dipinti dell’epoca! Nessuno è riuscito a sottrarsi dalla voglia di misurarli…compreso la prof. di italiano che è risultata una bella Forasteria indossando il suo abito nuziale!

Poi tra porte, stradine, chiese, palazzi signorili, belvederi, Nello ha guidato la classe a conoscere questo splendido paese arroccato in collina e alle sue spiegazioni si alternavano brevi letture tratte dal libro “Forasteria” eseguite dalla stessa autrice.

Il percorso ha conosciuto anche una sosta nella sala del museo dove oltre ai prodotti artigianali è in mostra una riproduzione in miniatura delle gare tra i due rioni per contendersi il palio durante i festeggiamenti di Sponsalia

I ragazzi sono poi entrati all’interno del municipio dove ad attenderli c’era il sindaco, avv.Pierpaolo Rosetti, che ha dato loro un saluto di benvenuto.

L’intensa mattinata si è conclusa dentro la rocca che stupisce sempre per la sua maestosità e armonia e per la vista mozzafiato che si gode dai suoi camminamenti.

 

Questa uscita didattica rientra nel progetto di quanto sia bello e interessante conoscere anche le realtà circostanti ricche di beni artistici, folcloristici e di storie intense come appunto quella di Forasteria raccolta e raccontata da Giulia Ciriaci nel libro amonimo.

Questo articolo è stato scritto dalla stessa Giulia Ciriaci